Parto Cesareo Programmato o d’urgenza. Scopri i rischi e i consigli per affrontarlo

2962

Parto cesareo programmato: quando è obbligatorio

Ci sono dei casi in cui il taglio cesareo è obbligatorio. Quando ciò accade viene programmato e si decide con il proprio ginecologo la data del parto.

Solitamente non viene fissata mai oltre la 39 settimana di gravidanza, per ridurre il rischio che possa iniziare un travaglio naturale.

Di seguito indichiamo i più frequenti casi in cui il taglio cesareo programmato è obbligatorio.

  • Il bacino della donna è stretto in rapporto alla circonferenza cranica del neonato. In questo caso il travaglio si protebbe prolungare troppo, inoltre potrebbe essere impossibile l’espulsione del bambino con conseguente intervento d’urgenza.
  • Quando è necessaria una nascita urgente prima del termine, è questo il caso di preeclampsia o di distacco della placenta.
  • Procedure chirurgiche precedenti invasive come la rimozione di un fibroma, o la presenza attuale di un grosso fibroma.
  • Posizione podalica del bambino ovvero di bambino non si è girato e presenta la testa in alto. Il bambino potrebbe rimanere intrappolato nell’utero e quindi si dovrebbe intervenire d’urgenza. Considerate che il 5% dei nascituri non assume la posizione cefalica prima del parto.
  • Placenta previa ovvero quando la placenta si trova davanti alla cervice impedendo il passaggio all’esterno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.