Parto Cesareo Programmato o d’urgenza. Scopri i rischi e i consigli per affrontarlo

2962

I papà possono assistere al parto cesareo?

Uno degli aspetti più belli del parto naturale è la possibilità del futuro padre di assistere al lieto avento.

Ormai tutti i reparti di maternità consentono al compagno di sostenere la futura mamma durante il travaglio e il parto. Non è lo stesso per il cesareo. Esistono ospedali in cui il papà può essere presente anche al cesareo, ma in molti questa possibilità non viene concessa.

Sul punto gli esperti si dividono. C’è chi ritiene che sia opportuno per il futuro padre assistere alla nascita del figlio, e chi ritiene che la presenza paterna ad un intervento chirurigico, non dia nessun beneficio alla donna specie se sotto anestesia generale.

Cosa accade dopo il primo taglio cesareo

Se sfortunatamente il taglio cesareo viene praticato al primo parto, quasi sicuramente verrà praticato anche ai parti successivi. Purtroppo si tratta di una prassi consolidata in molte strutture ospedaliere.

Tuttavia sul punto l’OMS raccomanda che dopo il primo taglio, il secondo ed eventualmente anche il terzo, non siano una prassi consolidata.

Bisogna tener presente che dopo aver subito un cesareo è più alto il rischio nei parti successivi che si verifichi la rottura di una parete dell’utero. Il rischio è tanto più alto quanto prima sia stato fatto il taglio cesareo rispetto alla data presunta del parto, o nel caso in cui a seguito dell’operazione ci sia stata un’infezione.

Se si vuole partorire in maniera naturale dopo aver subito un cesareo, è necessario che non ci sia induzione o stimolazione con farmaci. In caso contrario l’utero potrebbe non sostenere i dolori forti, improvvisi e ravvicinati, che si avrebbero a seguito di un’induzione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.