Tappo Mucoso: Quando è un Segnale di Parto Imminente

8417

Tappo mucoso: cos’è e a cosa serve

Il tappo mucoso è una sostanza densa e gelatinosa che riempie tutto il canale cervicale impedendo a batteri e infezioni di attaccare il feto.

Misura circa quattro o cinque centimetri. Può essere di colore bianco, giallastro o anche marrone. Ha una consistenza gelatinosa, ma una volta espulso diventa più liquido. Può presentare delle striature rossastre di sangue a seguito della rottura di capillari.

Il tappo mucoso si forma all’inizio della gravidanza grazie al muco prodotto con l’ovulazione che si accumula nella cervice. Con il passare dei giorni si addensa creando un tappo che chiude ermeticamente la cervice, bloccando il passaggio ad infezioni e proteggendo il feto.

Alla fine del primo mese di gravidanza (che coincide con la 5 settimana di gravidanza), quando l’ovulo si impianta nell’utero, la cervice è gonfia e morbida, e si riempie di questo muco prodotto dalle ghiandole del collo dell’utero.

Il tappo mucoso non è lo stesso per tutta la gravidanza, ma continua a rinnovarsi. Grazie al lavoro degli estrogeni e del progesterone, le ghiandole della cervice continuano ad alimentare il tappo mucoso che così è sempre fresco.

Così la cervice si riempie completamente senza che vengano lasciati vuoti tra le pareti uterine.

Il muco ha al suo interno anticorpi protettivi da agenti patogeni e batteri, che altrimenti potrebbero attaccare il feto a seguito di esami vaginali o attività sessuale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.