Stomatite Aftosa o Erpetica: Ecco le Differenze, i Sintomi, le Cure e Come Prevenirle

15359
Stomatite Bambini

Con il termine stomatite si indicano le infiammazione della bocca, che interessano il rivestimento dei tessuti molli o le mucose del cavo orale. Può colpire l’interno delle guance, gengive, lingua, labbra, tutto il palato, arrivando fino alle tonsille. Si presenta con quelle che comunemente vengono definite vesciche, ulcere, afte, bolle sulla lingua o bolle in bocca.

La stomatite nei bambini è molto frequente, ma non disdegna anche gli adulti. Di solito provoca dolore e fastidio, con arrossamento, gonfiore e talvolta sanguinamento della zona colpita.

Le cause sono da ricercarsi nella scarsa igiene orale, ustioni da cibi o bevande troppo caldi, condizioni specifiche dell’organismo come infezioni, reazioni allergiche o nell’uso di alcuni farmaci.

Se desiderate avere maggiori informazioni su:

  • Tipologie e cause della stomatite
  • Cure e rimedi
  • Prevenzione

Non vi resta che proseguire con la lettura del nostro articolo!

Stomatite: le tipologie

Il termine stomatite significa letteralmente, infiammazione della bocca. Nello specifico si distinguono due tipi.

  • Herpes simplex virus o stomatite da herpes. Ha origine in un virus ed è contagiosa, si trasmette tramite baci, condividendo il cibo e giocando a stretto contatto con chi ha un’infezione da herpes attiva.
  • Stomatite aftosa o afte. Non essendo causata da un virus, non è infettiva o contagiosa.

La distinzione non è di poco conto, in quanto sintomi, cura e prevenzione sono differenti, pur presentando in ambedue i casi delle vesciche o afte in bocca che all’apparenza sono molto simili.

I due tipi di stomatite hanno un’incidenza diversa a seconda dell’età.

  • L’herpes simplex si presenta tra i 6 mesi e i 5 anni. In particolare colpisce di frequente, bambini tra l’uno e i due anni di vita, che non sono stati esposti al virus dell’herpes prima.
  • La stomatite aftosa, può presentarsi nell’infanzia o nell’adolescenza. Ha il suo picco tra i 10 e i 19 anni. Le femmine sono più soggette dei maschi. I bambini che vivono in condizioni economiche più agiate ne soffrono più spesso, di quelli provenienti da contesti socioeconomici disagiati.

Cause della stomatite

La stomatite da herpes, è causata dal virus dell’herpes di tipo 1 (HSV-1). La maggior parte delle persone lo contrae nella prima infanzia e resta latente per il resto della vita. A sua volta l’herpes di tipo 1, può causare l’herpes labiale.  E’ possibile che la stomatite, sia causata anche da un altro virus chiamato coxsackie, che orgina l’afta epizootica e herpangina.

Ci sono fattori che facilitano la comparsa della stomatite. Le irritazioni del cavo orale causano afte lingua e bocca. Per esempio, mordersi le guance o avere i denti seghettati, provoca un’irritazione persistente del cavo orale. Lo stesso accade quando si respira solo con la bocca, causando secchezza e conseguente irritazione.

Le cause della stomatite aftosa sono più difficili da identificare. E’ possibile che sia ereditaria o legata a problemi del sistema immunitario. Stress emotivo, carenze nutrizionali di ferro, acido folico, vitamina B 12, ciclo mestruale, allergie alimentari e infezioni virali, sono frequentemente all’origine di afte in bocca.

Stomatite sintomi

In generale in tutti i casi di stomatite c’è dolore dolore, fastidio, ferite e ulcere o bolle in bocca.

Nello specifico l’herpes simplex, presenta uno o più dei seguenti sintomi:

  • Febbre (tra i 38,3° e il 40°) che precede di uno o due giorni la comparsa di ulcere e vesciche in bocca
  • Irritabilità e irrequietezza
  • Afte sulle gengive, o nella parte interna delle guancie, nella parte posteriore della bocca o sulle tonsille, sulla lingua e sul palato molle. Di solito sono di piccole dimensioni, tra 1 e 5 millimetri di diametro, di colore bianco o grigio nel mezzo, e rosso intorno al bordo.
  • Gengive bianche, gonfie che possono sanguinare.
  • Dolore in bocca
  • Difficoltà a deglutire
  • Inappetenza
  • Salivazione eccessiva
  • Linfonodi gonfi ai lati del collo
  • Alito pesante

Molto raramente la stomatite da herpes può infettare la cornea, dando origine all’herpes simplex cheratite, causa di danni permanenti agli occhi.

Chiamate subito il medico se il bambino ha gli occhi rossi, molto acquosi e mostra sensibilità alla luce. Questi possono essere i primi segni di herpes alla cornea.

I sintomi della stomatite aftosa, sono:

  • Bruciore o formicolio in bocca prima della comparsa di altri segnali.
  • Lesioni cutanee sulle mucose della bocca, iniziano con una macchia rossa e diventano un’ulcera aperta che parte da dimensioni minime di 1 millimetro per arrivare a misurare anche 1 centimetro di diametro.
  • Le ulcere possono essere singole o presentarsi a grappoli, sono dolorose di colore bianco tendente al giallo, con contorno rosso, hanno una certa consistenza al tatto, possono interessare tutta la bocca e la lingua.

La diagnosi

Il pediatra diagnostica la stomatite con un esame osservartivo. Le piaghe in bocca, sia nel caso di herpes che di afte, hanno precise caratteristiche, individuabili tramite attenta osservazione.

E’ possibile che vi vengano prescritti esami del sangue o delle urine, per confermare la diagnosi ed escludere altri problemi.

E’ consigliabile chiamare il medico se il bambino:

  • ha la febbre alta
  • non riesce a deglutire o a bere
  • i sintomi non migliorano nell’arco di 3 giorni

Chiamate subito il medico se il bambino:

  • appare disidratato, i sintomi comprendono labbra secca, assenza di lacrime quando piange, pipì molto scura e poco frequente (non bagna il pannolino da più di sei ore)
  • è molto stanco, debole e difficile da svegliare.

Stomatite: cure

In tutti i casi di stomatite, qualsiasi cura è efficace se supportata, da una scrupolosa pulizia e igiene orale. Alcuni cibi vanno evitati, specie se la consistenza è troppo dura, se eccessivamente salati, piccanti e speziati (per es. patatite fritte, arachidi, noccioline).

Prediligete uno spazzolino con setole morbide, per spazzolare sia i denti che le gengive. Se lavare i denti con lo spazzolino è troppo doloroso, sciacquate la bocca con acqua dopo ogni pasto.

Fattori come denti troppo spigolosi vanno corretti dal dentista, se causa frequente di irritazioni e conseguenti afte.

Stomatite da herpes: rimedi

Nel trattamento della stomatite da herpes, è fondamentale bere tanti liquidi specie se il bambino è molto piccolo, perchè è facile che si disidrati.

Se si tratta di un neonato, aumentate le poppate al seno o di latte artificiale.

Per i più grandi, latte, acqua, succhi di frutta in particolare di mela, camomilla e brodo caldo, evitano che la bocca possa continuare ad irritarsi e disidratarsi. Gelati, ghiaccioli e sorbetti, possono contribuire a migliorare il benessere del bambino.

Cibi piccanti, salati e acidi come gli agrumi vanno evitati. Mangiate cibi molli che non richiedono masticazione, come purè di patate e yogurt. Se il bambino non riesce a mangiare, non va forzato.

Nei casi molto gravi, il pediatra può prescrivere delle flebo per via endovenosa, al fine di scongiurare una disidratazione.

Se la temperatura dovesse superare il 38,3°, può essere somministrato paracetamolo o ibuprofene, che abbassano la febbre e alleviano il dolore. Gli antibiotici vanno assolutamente evitati.

Nei casi più gravi viene prescritto un antivirale, come Acyclovir che somministrato fin da subito, esclude un peggioramento.

Afte: rimedi

La stomatite aftosa, non richiede un trattamento medico. Solo se le ulcere sono più grandi di un centimetro o persistano da più di due settimane, il medico prescrive una cura a base di tetraciclina topica o orale.

Il farmaco è sconsigliato ai bambini in fase di dentizione permanente, perchè causa scolorimento dei denti che ancora si stanno formando.

Colluttori delicati, come acqua e sale e farmaci a uso topico da applicare sulla zona ulcerata, hanno un effetto lenitivo e calmante.

Una bustina da the usata, da tamponare sulla zona colpita calma il disagio derivante da afta.

Evitate dentifrici contenenti laurin solfato di sodio (SLS). Secondo uno studio, la maggior parte delle afte sono state curate, eliminando dentifrici con SLS per tre mesi.

Evitate cibi troppo caldi e piccanti per limitare il dolore. Alcuni medici, consigliano di mangiare ricotta, latticello, yogurt ed alimenti con alto contenuto di vitamina B. Altri raccomandano l’assunzione di integratori a base di acido folico, vitamina B 12 e ferro.

Il tempo necessario per guarire dipende molto dall’origine della stomatite. Nel caso di stomatite da herpes il recupero completo è previsto entro 10 giorni, l’assunzione di Acyclovir può accellerare la guarigione. L’afta in genere sparisce entro pochi giorni.

La stomatite nei bambini è quasi sempre benigna. Nel caso di herpes si può tornare a scuola o all’asilo quando la febbre è scesa e le lesioni in bocca non ci sono più.

L’afta bocca e lingua non essendo contagiosa, non impedisce al bambino di svolgere le normali attività sociali, salvo si tratti di un caso particolarmente grave, al quale si ricollegano delle infezioni secondarie.

Prevenzione

La stomatite causata da sostanze irritanti, può essere prevenuta educando il bambino all’igiene orale, che comprende:

  • L’uso dello spazzolino e del filo interdentale
  • Un’alimentazione sana ed equilibrata
  • Visite periodiche dal dentista.

L’herpes simplex è difficile da prevenire perchè il virus è spesso asintomatico. I genitori possono scoraggiare i figli a dare frequentemente baci, a condividere il cibo e a giocare a stretto contatto, con persone che si sa per certo che sono affette da herpes.

Se al vostro bambino viene diagnosticata stomatite da herpes, il virus resta nel suo organismo per tutta la vita, ma solo il primo episodio è più doloroso.

Le afte si possono evitare limitando i traumi, anche lievi come quelli derivanti dall’uso di uno spazzolino con setole troppo dure o da alimenti troppo grezzi.

Se il pediatra ritiene che ci possa essere una carenza nutrizionale, è bene assumere degli integratori e mangiare i cibi consigliati.

Meglio evitare lo stress che contribuisce a peggiorare la situazione.

I genitori possono spaventarsi in caso di stomatite particolarmente dolorosa. Il consiglio è di restare calmi e tranquilli, e di chiamare il pediatra. Di solito si tratta di una patologia non pericolosa che si risolve in breve tempo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.