Seggiolino e Seduta Auto: la Guida Completa per Sceglierli e Viaggiare Sicuri

1141
seggiolino seduta auto

E’ del 2017 la nuova norma relativa al seggiolino auto, anche perché fino a pochi anni fa viaggiare con un neonato era un evento eccezionale, oggi invece è diventata la norma.

Che sia per andare dal pediatra, a casa dei nonni o a prendere i fratellini a scuola, la gran parte delle prime uscite del vostro bambino appena nato avverranno infatti proprio in macchina.

Questo avviene perché l’automobile rende gli spostamenti con un neonato molto più agevoli: pensate, ad esempio, al gran numero di accessori che dovete portare con voi i primi tempi per prendervi cura di vostro figlio, dal passeggino, alla borsa per il cambio e tutto l’occorrente per il biberon e la pappa!

Tuttavia, l’unico accessorio di cui avrete davvero bisogno e di cui non potrete in nessun modo fare a meno sarà il seggiolino auto. Scopriamo quindi assieme perché è utile, come utilizzare e quali caratteristiche analizzare per l’acquisto.

Iniziamo subito!

Le cinture di sicurezza presenti, infatti, a bordo delle nostre auto non sono progettate per adattarsi al corpo dei bambini: non utilizzando, quindi, un seggiolino nel caso di urto o incidente un neonato rischierebbe di essere sbalzato via dal sedile, oppure la cintura mal posizionata potrebbe rompergli il collo o le costole, lesionando organi interni e perfino il midollo spinale.

E’ pertanto, un atto di grande responsabilità dotare sempre la propria auto di un seggiolino idoneo quando si viaggia in auto con un bambino piccolo.

L’uso di un seggiolino auto non riguarda solo neonati di pochi giorni o settimane, ma il codice della strada prevede che i bambini continuino ad utilizzare un sistema di ritenuta fino a che non abbiano compiuto almeno 8 anni e superato il metro e mezzo di altezza.

In altre parole, il vostro bambino non potrà utilizzare la cintura di sicurezza in dotazione alla vostra auto fino a quando non sarà possibile posizionare quest’ultima in modo corretto sul suo corpo, vale a dire in posizione centrale fra il bacino e le spalle.

Egli dovrà inoltre utilizzare il seggiolino auto fino a che sarà in grado di tenere la schiena contro il seggiolino stesso, piegando le ginocchia oltre il bordo; una volta che questo non sarà più possibile, potrete passare ad una semplice seduta imbottita o booster.

Un’altra regola fondamentale è rispettare le raccomandazioni fornite dal produttore: utilizzare un seggiolino non idoneo, oppure utilizzarlo in modo inappropriato,  equivale infatti a non usare alcun tipo di protezione, tanto che molto spesso i neonati coinvolti in incidente riportano danni o ferite proprio perché il seggiolino  utilizzato non era quello della fascia di utilizzo appropriata, oppure molto più di frequente, non era stato posizionato correttamente.

È, infine, importante non abbassare mai la guardia, “dimenticando” di mettere il vostro bimbo nel sediolino magari perché “dovete solo andare a fare la spesa”: i dati relativi agli incidenti stradali mostrano, infatti, che la maggior parte dei sinistri che coinvolgono minori avvengono a soli 10 minuti da casa.

Rimanendo in tema di “seggiolini auto” risponderemo ora ad una serie di domande che vi permetteranno di comprendere meglio quale sia il seggiolino per neonato più adatto al vostro bambino; dopodiché ci concentreremo su un particolare tipo di seggiolino, utilizzabile quando il vostro bimbo sarà più grandicello, vale a dire la seduta imbottita o booster.

Cosa devo cercare in un seggiolino auto?

Tutti i seggiolini presenti oggi sul mercato soddisfano severi standard di sicurezza, dunque potete stare tranquille che qualunque prodotto acquisterete sarà sempre tecnicamente sicuro.

Tuttavia anche un seggiolino auto conforme alla normativa può rappresentare un rischio se installato o utilizzato in modo non corretto: non esiste quindi un seggiolino più sicuro in assoluto, ma il grado di sicurezza dipende prima di tutto dal fatto di scegliere una seduta idonea al peso e all’altezza del bambino.

Per un bambino che pesa meno di 40 chili, è consigliabile utilizzare un seggiolino auto convertibile, posizionabile sia in senso inverso a quello di marcia sia in avanti e trasformabile, quando il neonato si sarà fatto più grande, in una seduta idonea all’installazione sul corpo del bambino della cintura di sicurezza in dotazione nella vostra auto.

Il seggiolino dovrà inoltre essere dotato di una cintura a cinque punti perché in questo modo le cinghie tratterranno il bambino su entrambe le spalle e sui fianchi, distribuendo la forza di un urto alle parti più forti del corpo.

Evitate invece quei sediolini che per trattenere il bambino hanno una barra anteriore in plastica o uno scudo a forma di T, in quanto, a differenza della cintura a cinque punti, questi sistemi distribuiscono la forza di una collisione alla pancia, una delle zone più vulnerabili del vostro bambino.

Alcuni seggiolini convertibili possono inoltre essere reclinati, ma per un uso più corretto è sempre preferibile non reclinarli troppo per evitare che in caso d’incidente la cintura eserciti eccessiva pressione sull’inguine.

Una volta che il bambino avrà superato con le spalle il margine superiore della seduta, e dunque non potrà più essere imbracato con la cintura a cinque punti, questa dovrà essere rimossa e sostituita dalla cintura di sicurezza della vostra auto, usando la base del seggiolino come rialzo o sostituendo il seggiolino con una seduta imbottita o booster.

Quali sono i principali tipi di booster disponibili?

Esistono in commercio varie tipologie di sedute imbottite o booster: ci sono quelle senza schienale, il cui scopo è unicamente quello di sollevare il corpo del bambino allo scopo di posizionare correttamente la cintura, e quelle dotate invece di uno schienale alto che funge da supporto al tronco, al collo e alla testa.

Dato che molte mamme si chiedono quale sia migliore fra le due, possiamo dirvi che la risposta dipende dal tipo di sedile posteriore che possiede la vostra auto. Se il sedile della vostra auto è basso e privo di poggiatesta, è preferibile una seduta con schienale; se invece il sedile è sufficientemente alto e con poggiatesta, potete anche acquistare una seduta senza schienale, in quanto testa e collo saranno già sufficientemente sorretti dallo stesso sedile.

Quali caratteristiche bisogna cercare in una seduta?

Non importa quale tipo di sedile si sceglie (con o senza schienale), in entrambi i casi è necessario sia presente prima di tutto una guida per la cintura del veicolo, per permettere a quest’ultima di posizionarsi correttamente sul petto del bambino.

È inoltre importante che la cintura una volta installata possa essere ritratta facilmente, nel caso sia necessario rimuovere il bambino e abbandonare l’auto in velocità.

La maggior parte delle sedute possiede ad esempio delle clip sui lati posizionate a diverse altezze per accogliere al cintura man mano che il bambino cresce. In assenza dello schienale invece ci sono solitamente delle maniglie vicino ai fianchi che hanno lo scopo di instradare l’estremità inferiore della tracolla.

Se optate per un modello senza schienale, e sapete che il vostro bambino è solito dormire in macchina, valutate la possibilità di acquistare a parte un poggiatesta, vale a dire uno speciale cuscino che si adatta al collo del neonato durante i sonnellini. In alternativa, dovrete usare una coperta arrotolata da incastrare fra il fianco del bambino e la portiera laterale della vettura.

Come fare a sapere se la seduta è installata correttamente?

Le sedute sono progettate per essere rimosse con facilità, dunque, nella maggior parte dei casi, sono anche  abbastanza facili da installare: sarà sufficiente far aderire il bordo posteriore della seduta contro lo schienale della vostra auto, far sedere sopra il bambino ed allacciare la cintura facendola passare attraverso le guide.

L’aspetto caso mai più delicato riguarda il fatto di quando iniziare ad utilizzare un rialzo o seduta imbottita: un errore infatti che molti genitori fanno è mettere il loro bambino su un booster prima che questi sia grande a sufficienza per utilizzarlo in modo sicuro.

Ogni volta che, infatti, si sposta un neonato al successivo tipo di sedile, si corre il rischio di perdere un po’ di protezione, qualora il minore fosse sufficientemente pronto per la nuova tipologia di seggiolino.

La cintura a cinque punti, ad esempio, si rivela molto più efficace con bambini che tendono ad essere molto attivi in macchina: soprattutto nel caso di bambini piccoli di statura e piuttosto magri, è molto facile che la cintura di sicurezza utilizzata anche dagli adulti si sposti e li faccia fuoriuscire.

Il consiglio, in questo caso, è quello di utilizzare il più possibile un seggiolino convertibile, passando alla seduta imbottita solo quando il bambino è sufficientemente grande da non essere più contenuto dal seggiolino stesso (solitamente non prima che abbia raggiunto i 40 kg di peso).

Se, facendo sedere il bimbo sul seggiolino, notate che le sue ginocchia sono molto più in avanti rispetto al bordo inferiore e le sue spalle superano di gran lunga il bordo superiore, è assai probabile che sia venuto il momento di passare ad una seduta!

Controllate anche la posizione delle cinture di sicurezza quando vostro figlio è seduto nel booster: la parte inferiore della cintura addominale deve attraversare i fianchi – non la sua pancia – e toccare la parte superiore delle cosce; la tracolla invece dovrebbe atterrare sulla spalla – non sul collo o sulla parte superiore del braccio – e attraversare il petto nell’area centrale.

Infine, se vi state chiedendo quale sia il posto giusto dove posizionare la seduta, sappiate che il posto più sicuro è al centro del sedile posteriore, in modo da proteggere di più il bambino da un incidente laterale.

Il problema è che molti veicoli nella seduta centrale hanno solo una cintura addominale priva di tracolla, non idonea al posizionamento di nessun tipo di seggiolino auto per neonati.

Se è così anche per il vostro veicolo, posizionate il rialzo su uno dei due sedili posteriori, preferibilmente su quello in cui riuscite a vedere meglio vostro fiflio (dunque se siete alla guida quello destro piuttosto che quello direttamente dietro di voi).

Nel caso abbiate due bambini, dovrete per forza avvalervi di entrambi i lati, lasciando la zona centrale libera per evitare che durante il viaggio i due fratellini possano colpirsi e farsi male distraendovi dalla guida.

Evitate in ogni caso di posizionare il seggiolino o la seduta sul sedile anteriore, soprattutto in presenza di airbag che, pur essendo dei salva vita in caso di incidente per gli adulti, possono invece provocare lesioni gravi alla testa e al collo dei minori: questo vale in generale anche per quei bambini che, per età ed altezza, non hanno più bisogno neppure della seduta!

Per viaggiare in sicurezza vi consigliamo di consultare le nostre guide relative ai seggiolini auto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.