Neonato 8 mesi: Alimentazione, Peso, Sono e Sviluppo del Bimbo all’Ottavo Mese

170606
Neonato 8 mesi alimentazione

La guida mese per mese dei primi anni di vita di vostro figlio –  Neonato 8 Mesi

A 8 mesi un neonato comincerà a scoprire il mondo e questo potrebbe essere per voi genitori molto stressante in quanto non solo comincerà a spostarsi in ogni angolo della casa gattonando, ma potrebbe anche tentare di tirarsi su appendendosi ai mobili e alle pareti, rischiando ad ogni occasione di cadere e farsi male.

Compito di ogni mamma e di ogni papà è di far sì che questi primi tentativi di rendersi autonomo, importantissimi per la sua crescita, avvengano nella massima sicurezza possibile.

Togliete dunque di mezzo tutti gli oggetti fragili che il bambino potrebbe rompere: posacenere, vasi e ogni tipo di suppellettile di vetro, pietra e terracotta che il bambino potrebbe afferrare da sopra un tavolino o un mobile basso e buttare giù rischiando di farsi male.

Tenete inoltre sotto chiave tutti i cassetti posti alla sua altezza soprattutto se contengono oggetti pericolosi o sostanze dannose per la sua salute come medicinali, solventi o detersivi. Mettete in sicurezza le prese della corrente e togliete sedie e panche da sotto balconi e finestre perché il bambino potrebbe arrampicarvisi e sporgersi giù.

Qualora desideriate maggiore libertà o anche solo sentirvi più tranquille, provate a mettere vostro figlio nel box oppure in uno di quei recinti entro cui il neonato può muoversi liberamente, ma in uno spazio sicuro e privo di pericoli.

Scopriamo tutti i progressi del neonato a 8 mesi di vita.

Neonato 8 mesi: i progressi

A otto mesi i bambini sono sufficientemente abili nel raccogliere piccoli oggetti con il pollice e le prime due dita della mano: possono usare questa presa detta “a tenaglia” per prendere un piccolo pezzo di cibo dal piatto e nutrirsi.

Tuttavia un bambino di 8 mesi sarà attratto da tutti gli oggetti molto piccoli e potrebbe essere tentato di portarsi alla bocca tutto quanto gli capiti a tiro: è pertanto preferibile mettere ogni cosa piccola fuori dalla sua portata.

Sarà inoltre in grado di tenere un oggetto stretto nel pugno e a lasciarlo andare aprendo la mano: non stupitevi nel vederlo ripetere questi movimenti molte volte con lo stesso giocattolo o il cucchiaino!

Considerate comunque che i movimenti del neonato a 8 mesi sono ancora piuttosto maldestri quindi è facile che faccia scivolare oggetti a terra, come ad esempio il suo ciuccio (scopri di più in questo articolo) o il biberon (Ecco quale scegliere) : è bene quindi, soprattutto se vi trovate fuori casa, averne sempre un altro di ricambio.

Come esprime le sue emozioni un bimbo di otto mesi

Sarete stupiti nel vedere il vostro bambino iniziare di punto in bianco a mandare baci o aprire e chiudere la manina in segno di saluto: a 8 mesi i neonati fanno continui progressi e riescono ad esprimere moltissime emozioni in modo chiaro e palese.

Saranno quindi sorridenti ed eccitati di fronte ad un nuovo giocattolo, oppure ansiosi e agitati nella sala d’aspetto del dottore prima della visita. Potrebbero rifiutarsi di mangiare facendo smorfie di disgusto e perfino fare no con la testa quando devono fare qualcosa che non gradiscono.

Il genitore ha il compito di decifrare i vari stati d’animo del bambino e di intervenire in caso di reazioni eccessive. Potrebbe capitare, ad esempio, che il bambino a 8 mesi sia molto arrabbiato quando lo portate al nido: questo potrebbe essere un altro sintomo  dell’ansia da separazione.

A questa età infatti i bambini ancora non comprendono che una persona che sparisce può anche ritornare: vedendo la madre o il padre allontanarsi potrebbero sentirsi del tutto sconvolti e questo sentimento potrebbe tradursi in pianto e rabbia oppure in indifferenza e chiusura in loro stessi .

Per aiutare il vostro bambino a comprendere che mamma e papà anche se a volte se ne vanno possono comunque ritornare, provate a nascondere l’orsacchiotto o la bambola preferita sotto una coperta o dietro il divano per poi farlo riapparire dopo qualche istante.

Quali sono i giocattoli più adatti ad un bambino di 8 mesi

Il vostro bambino, a 8 mesi, adorerà vedere gli oggetti cadere e ascoltare il loro suono sbattendoli gli uni contro gli altri.

In questo modo comprende anche la varietà degli oggetti che ci sono al mondo e comincia ad avere delle preferenze.

Nei negozi di giocattoli troverete delle palestrine o dei tappeti gioco con un sacco di cose di forme e materiali diversi che il vostro bimbo può maneggiare, sbattere, torcere, spremere: mettendo in relazione i diversi oggetti egli comincerà anche a farsi una idea della diversità di forme, materiali, dimensioni, colori.

Molto utili in questa fase sono i giocattoli che stimolano la manualità e le abilità occhio/ mano, come ad esempio le scatole cinesi: vedrete il vostro piccolo tutto indaffarato a incastrare la scatola più piccola in quella più grande per poi disincastrarla di nuovo e ricominciare!

Oltre ai giocattoli di plastica colorata, di dimensioni sempre sufficientemente grandi da evitare che possano essere messi in bocca, i bambini di questa età potrebbero essere attratti anche dai peluche e dalle bambole di pezza, soprattutto se ritraggono personaggi noti come Topolino, Hello Kitty, Paperino.

Altri bambini invece trovano molto interessanti i libri gioco, vale a dire dei testi realizzati per essere maneggiati anche da bambini molto piccoli dove le pagine sono di cartoncino molto spesso per non essere strappate ed ingerite e all’interno sono presenti ritagli di materiali e applicazioni finalizzati a stimolare efficacemente i 5 sensi del vostro bambino.

Neonato 8 mesi: il sonno

In generale i bambini di otto mesi trascorrono circa 12/13 ore svegli e solo la restante parte a dormire.

E’ chiaro che nel bambino, così come nell’adulto, il bisogno di sonno sarà regolato dalle sue abitudini: se il bambino ad esempio è costretto a svegliarsi molto presto per essere accompagnato a scuola, è probabile che faccia un riposino anche al mattino o al primo pomeriggio per recuperare.

Se invece vostro figlio resta a casa, è probabile che invece si svegli più tardi e non abbia bisogno di dormire ulteriormente la mattina.

In generale, cercate di concentrare le ore di sonno durante la notte, in modo da riposare al meglio anche voi, e di limitare i riposini pomeridiani a due massimo tre ore durante la giornata.

Evitate in qualunque modo di far dormire il piccolo dopo le 18 al fine di non interferire col sonno notturno: è comunque molto importante creare delle abitudini nella casa a cui tutta la famiglia dovrà adeguarsi.

Se il piccolo ad esempio si eccita molto a fare il bagnetto la sera, evitate di lavarlo quando deve andare a letto, in tal caso potrebbe essere utile spostare l’igiene personale al mattino.

Provate infine ad inserire alcune piccole routine come leggergli una favola prima di addormentarsi o, se siete religiosi, dire una piccola preghiera: questo non solo vi aiuterà a calmarlo e rilassarlo, ma lo predisporrà meglio al sonno.

Neonato 8 mesi: l’alimentazione

L’alimentazione di un neonato di 8 mesi sarà sufficientemente varia: a differenza dei due mesi precedenti, egli ora può assumere sia carne rossa che carne bianca, pesce e vari tipi di formaggi, oltre naturalmente frutta, verdura e cereali in quantità.

Ci sono però alcuni alimenti che ancora è preferibile escludere dalla sua dieta per evitare intossicazioni o allergie.

Vediamo insieme quali e perché:
Funghi, fragole, frutta esotica, molluschi e crostacei (potenzialmente allergizzanti).
Sale, zucchero e altri additivi come brodo di dado (i reni del bambino non sono ancora pronti ad assimilare queste sostanze per cui è bene non farne uso).
Pesce a trancio come tonno o pesce spada (potrebbe contenere mercurio).
Tutti i cibi spazzatura come merendine, caramelle, barrette al cioccolato (oltre agli zuccheri questi alimenti sono carichi di grassi che potrebbero danneggiare il fegato del bambino e predisporlo all’obesità).
Latte vaccino, panna e burro (almeno fino ai 12 mesi).
• Infine tutti gli alimenti contenenti glutine se il bambino avesse manifestato sintomi di celiachia.

Come regola generale, qualora il bimbo cresca bene e il peso sia adeguato, l’alimentazione di un neonato di otto mesi potrà essere costituita da 3 pasti a base di cibi solidi (pranzo, merenda, cena) più uno/ due pasti a base di latte (colazione e poppata o biberon prima di andare a letto).

Cercate comunque di regolarvi con le dosi: è inutile fare un piatto colmo di pastina se il bimbo ne mangia solo la metà o preparargli un biberon da 500 ml se ne beve solo i due terzi! Qui potete trovare lo schema per lo svezzamento.

Considerate infine che al di là degli alimenti non consigliati, ci sono dei cibi che vostro figlio potrebbe non gradire e altri verso cui potrebbe manifestare delle intolleranze: evitate di insistere e sostituiteli con altri che lui sembra apprezzare di più, provando a riproporli magari cucinati diversamente in un secondo momento.

Per i bambini che infine pranzano a scuola, non dimenticate mai di segnalare alle insegnanti eventuali allergie di vostro figlio, e chiedete sempre all’uscita quanto e cosa il vostro bimbo ha mangiato, in modo da proporre piatti diversi la sera e integrare con una porzione aggiuntiva qualora il piccolo abbia mangiato poco.

Infine, anche se vostro figlio di solito mangia con appetito, può succedere che talvolta sia troppo stanco o distratto per mangiare: evitate di forzarlo, proponendoli magari qualche piatto che gli piace particolarmente, oppure invitatelo a mangiare da solo utilizzando delle posate di plastica o in alternativa le mani.

I bambini ad otto mesi adorano infatti toccare e scoprire anche attraverso il tatto ciò che sta intorno a loro, cibo compreso!

E ora che conosciamo tutte le novità dell’ottavo mese di vita, scopriamo assieme i progressi del neonato di 9 mesi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.